Nuovo sito ASD Licenza

Si comunica che il nuovo sito del ASD Licenza è

www.licenzacalcio.it

si invitano pertanto i sostenitori a collegarsi al nuovo portale in quanto stiamo predisponendo la migrazione dei contenuti sulla nuova piattaforma informatica…..
VI ASPETTIAMO

Annunci

ASD Licenza – Borgorosso FC 1-1

…..finalmente a Casa!! Sua Maestà dopo circa due mesi torna a giocare tra le mura amiche, quel famoso Teatro dei sogni che ospita i biancoverdi nelle gare casalinghe e che da tutte le formazioni avversarie, soprattutto le romane, ci viene invidiato per la stupenda cornice in cui è immerso. Il match non è dei più agevoli, l’avversario di turno è quel Borgorosso con cui perdemmo 3-2 all’andata sbagliando nel finale un incredibile rigore. Mister k decide di mescolare le carte, in porta al posto dell’infortunato Muzi c’è Bevilacqua, linea difensiva inedita con Luttazi S. a destra, coppia centrale Bergamaschi-Ciavarella e a sinistra “bomber Testa”, linea mediana che vede Candidi S. e Proietti F. sugli out con Giori davanti la difesa e Censi ad impostare il gioco, davanti l’esperienza di capitan Luttazi e di bomber Saurini (Dante ndr). I primi 20′ sono tutti di marca biancoverde per l’occasione in una splendida divisa oro, dopo appena 5′ grande percussione centrale di Dante che appoggia al limite dell’area al capitano che dal vertice sinistro con un gran cambio di gioco serve la corrente Candidi il quale con uno splendido tiro al volo colpisce il palo interno, facendo sobbalzare tutta la tribuna dando l’illusione ottica del gol. Dopo appena 10′ altra occasione, Fulvio lavora un ottimo pallone a centrocampo, trova il pertugio giusto in cui s’infila il capitano che in scivolata di sinistro non riesce ad infilare il portiere ospite, che si rende protagonista ancora al 20′ bloccando in due tempi un’insidiosa punizione a giro sempre di capitan Luttazi. Gli ospiti si rendono pericolosi alla mezz’ora con il loro centravanti che di sinistro lascia partire un gran diagonale sul quale Marco non si fa trovare impreparato deviando in angolo l’insidiosa conclusione, sul ribaltamento di fronte però c’è un episodio abbastanza clamoroso che l’arbitro decide, erroneamente a nostro avviso, di non punire con il tiro dagli undici metri, Candidi riceve palla sulla tre quarti avversaria, punta il terzino ospite, entra in area e dopo una serie di finte viene atterrato clamorosamente, intervento che però l’arbitro come abbiamo già detto decide di non punire con il penalty.  Il rigore maldestramente negato dal giovane fischietto designato, provoca un contraccolpo negativo ai padroni di casa che lasciano un po’ di campo ai bianconeri che non si fanno pregare e si rendono subito pericolosi, una prima volta sempre con Bevilacqua protagonista che si fa apprezzare per una super parata su una conclusione sempre del centravanti ospite, che dopo pochi minuti riesce però a vincere questo duello a distanza con il nostro portierone grazie ad una splendida punizione dai 30 metri che và ad insaccarsi alla sinistra di Marco dopo aver colpito il palo interno. Senza concedere neanche un minuto di recupero l’arbitro manda le squadre al riposo, considerando la mole di gioco espresso e le occasioni mancate sull’ingiusto risultato di 0-1. Il secondo tempo inizia con una variante tattica, Mister K inverte i ruoli di Luttazi S. e Giori spostando Stefano a centrocampo e Luigi terzino, in modo da cercare di sfruttare gli inserimenti di capitan futuro in area avversaria, la mossa dà i frutti sperati i ragazzi iniziano un forcing per tutto il secondo tempo, le occasioni migliori capitano a Testa che si rende pericoloso due volte una di piede e una di “testa” per l’appunto, la prima finisce di poco al lato la seconda vede il portiere avversario superarsi sulla bellissima girata in area su splendido assist di Candidi S. I biancoverdi sono perennemente nella metà campo avversaria, gli ospiti decidono di difendere lo striminzito vantaggio tutti dietro la linea della palla, a questo punto il mister indovina il cambio fuori l’ottimo Testa dentro Onorati, si passa ad un 3-4-3 con Federico che prende il posto di Fulvio sulla fascia, il quale và a fare la terza punta in compagnia del capitano e di Dante. Ed è proprio il folletto di Gerano che dà il cambio di passo a centrocampo, grazie alla sua bravura nel saltare l’uomo riesce a creare quella superiorità numerica di cui avevamo bisogno, ed è proprio da un’azione sulla destra di Fachiro che scaturisce il calcio di rigore che giustamente il direttore di gara assegna ai nostri. E’ Proietti che dal dischetto trasforma il penalty del meritatissimo pareggio. Ci sono altri dieci minuti per compiere l’ennesima impresa, ed è ancora Onorati che ci fa sognare di poterla realizzare, ancora con un’azione dalla destra salta un paio di uomini entra in area e poi sbaglia l’assist al capitano pronto per il tap-in vincente!! Dopo tre minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi con il risultato di 1-1 che ci stà un po’ stretto considerando le occasioni prodotte ma che comunque ci rende ottimisti per il futuro consapevoli di potercela giocare alla pari sempre con chiunque….

Atletico Tivoli – ASD Licenza 1-2

Torna a vincere anche fuori dalle mura amiche il Licenza e agguanta il Villalba con cui condivide la testa della Classifica visto che i guidoniani sono caduti in quel di Roiate.
Partita a due facce quella dell’undici biancoverde guidati dal vice Stefano Vettori considerato la squalifica di Mister K che ha seguito la partita vicino a noi dalla tribuna stampa tenendosi sempre in contatto con la panchina.
Il Licenza rimaneggiato dalle squalifiche di Ciavarella e Bomber Dante e dagli infortuni di Candidi e Censi vede rientrare dopo 2 mesi di stop il grande perno della difesa Bergamaschi; ma veniamo al calcio giocato: parte subito in quinta il Licenza che dopo 9 giri di lancette ha concluso per ben 3 volte in porta rispettivamente con Onorati, Testa e Lombardi. Ma l’ateltico reagisce e ci prova al 12′ ma la conclusione va alta; tre minuti dopo da una punizione dei locali arriva il primo intervento di Muzi che con i pugni respinge; ancora tivoli al 8′ addirittura dai 20 metri ma la conclusione è da dimenticare.
Il licenza costruisce azioni e dal 17′ al 19′ colpisce la difesa avversaria per ben 3 volte di cui una su calcio piazzato. Ma è testa che riceve una gran palla dalla tre quarti e con un destro sul primo palo beffa il portiere per l’1-0 iniziale al 20′ del pt.
Il Licenza si ricompone grazie al fraseggio del duo Luttazi S.-Giori, pronti ad inventare per l’inedita coppia Proietti-Luttazi A; ed è proprio quest’ultimo che al 21′ subisce un brutto intervento in prossimità del vertice sinistro dell’area gialloblu; va lui con il suo sinistro magico ma la sfera sorvola il montante. La Tivoli non demorde e con l’ennesima punizione al 25′ costringe il nostro portierone giulio ad un semplice intervento. Il Licenza riparte a lunghe falcate, grazie all’ottimo lavoro degli esterni alti e bassi come Testa, Laudoni, Muzi S. e Onorati; proprio Onorati ci prova da fuori area ma cercava sorte migliore.
Pressionne al 29 dei locali ma Berga (ottimo rientro il suo) salva in angolo e sul corner seguente lo stesso berga fa partire il contropiede biancoverde che si interrompe sui piedi di capitan Futuro (Luttazi S., nda).
Al 33′ arriva puntuale come sempre per i tifosi giunti a Tivoli l’ammonizione per Simone Muzi ma il Licenza sta nettamente dominando il gioco; infatti Laudoni recupera una grandissima palla al 34 che mette in mezzo ma proietti spreca. Il Tivoli guadagna l’ennesimo corner al 39′ che il Licenza si salva con batti e ribatti. Al 42′ sale in cattedra l’arbitro che con un fuorigioco inesistente (non diciamo dubbio, ma proprio inesistente) ferma Capitan Luttazi davanti al portiere. Il direttore di gara si ripete ben 2′ dopo guadagnandosi un meritato posto nella nostra classifica “chi scende”. All’ultimo giro di lancette e il capitano si trova tu per tu con il portiere che lo atterra e l’arbitro non può sbagliare questa volta: rigore!!! dal dischetto va proietti con una fucilata: palla da una parte e portiere dall’altra: 2-0 per sua maestà.

Secondo tempo completamente diverso, questa volta è l’atletico Tivoli a fare il suo gioco: dopo un giro di lancette il direttore di gara è di nuovo protagonista e ferma l’attaccante dell’atletico tivoli per off-side. La Tivoli attacca a pieno rango e al 3′ una punizione per i padroni di casa permettono di accorciare le distanza, complice anche una goffa respinta di giulio muzi. L’assenza di Ciavarella si sente e Berga da solo non può  controllare e bloccare le avanzate gialloblu (nonostante oggi hanno giocato con un completo bianco-rosso). Di nuovo difesa in affanno al 10′ ma questa volta è onorati a spazzare. Lo stesso onorati un minuto piu tardi prova a togliere le ragnatele dal sette ma va alto di poco. Al 14′ il Licenza ci riprova con una puniione ma l’estremo difensore respinge. Al 17′ fuori un ottimo Berga per Seidirai con Luttazi S. a centro della difesa. al 21′ punizione indiretta per il Licenza dalla tre quarti, prova Stefano ma sbtte sulla barriera che salva in angolo. Al 23′ ci riprova capitan Luttazi di tesa ma il portiere fa sua la sfera.
4′ dopo dal corner per l’Asd parte il contropiede dei padroni di casa che viene fermato in malomodo da Lombari che va a fare compagnia a muzi sul taccuino dell’arbitro: giallo.
Ci riprova l’atletico al 28′ ma giulio si salva con una goffa respinta che causa l’infortunio per l’estremo difensore: al suo posto il num. 12 Bevilacqua. Al 30′ Proietti prova sbaglia l’appoggio e l’arbitro salva i padroni di casa invertendo una punizione che va a lato per i padroni di casa che sono più propositivi. Al 32′ spaziom per l’acciaccato candidi, al posto di Onorati. 2′ una grande azione di Laudoni che semina 3 avversari ma sbaglia l’appoggio per Proietti. Al 39′ si rivede il licenza che grazie ad una bella azione di Capitan Luttazi non riesce a servire proietti ben piazzato per concludere a rete.
All’ultimo minuto una grande azione del capitano viene deviata in angolo dalla difesa gialloblu; sul corner una respinta della difesa regala a laudoni l’ennesima punizione dal vertice dell’area ma candidi manda alto. Ultimi 6′ di recupero (non segnalati ) di piena sofferenza con un palo colpito dalla tivoli con Bevilacqua battuto. Dopo 51′ di gioco, il licenza strappa a fatica 3 punti che fanno ben sperare: dallo stadio ripoli ASD Licenza batte Atletico Tivoli per 2-1.

CHI SALE:
Il Licenza del 1T: costruisce azioni su azioni, ha dominato il centrocampo per quasi tutta la prima frazione di gioco: meritava di più!! VI VOGLIAMO COSI’!!!
I Capelli di Testa: un nuovo look del terzino un po alla beckham, un pò alla borriello hanno fatto si che Testa ha regalato il momentaneo vantaggio a sua maestà, saranno stati i capelli a mettere paura agli avversari?
Bergamaschi: ottimo rientro dopo 2 mesi di stop; ancora non ha i 90′ sulle gambe ma quando c’è lui in campo si vede….ora si attende il duo Ciavarella-Berga
Stefano Vettori: il vero condottiero della squadra, i 3 punti sono dedicati tutti quanti a lui vista la squalifica di Mister K….complimenti ZIO
Andrea de Rossi: il segretario dell’ASD che non manca mai all’appello…..ce la mette TUTA la suà volontà per sua maestà!!!BRAVO PANTALEO

Chi Scende
Il Licenza del 2T: una brutta copia in bianco e nero del primo tempo, soffre gli avversari e non riesce a costruire  il gioco….non vi vogliamo così!
il Direttore di Gara: si presenta alle 10,40 e scende in campo con scarpette rosse (ma questo è il minimo); posizionato male (non si corre a centrocampo!!!!!) e molto spesso sbaglia da entrambi le parti…RIMANDATO
Daniele Dante: mister, fallo gioca questo….!!!in tribuna stampa è una vera e propria pentola di fagioli dicendomi di scrivere che si sentiva l’assenza del bomber in campo; la domanda la giro a voi; si sentiva?…..GRANDE BOMBER!!!

ASD Licenza – Roiate Calcio 2-1

Continua, anche se con molti sacrifici e coltello tra i denti il cammino dell’ASD Licenza. Questa volta è il Roiate a capitolare con estrema difficoltà tra i denti di sua Maestà. Nella gara d’andata ha interrotto la striscia dei “3 punti” dei biancoverdi con un sofferto 0-0; ma questa volta i ragazzi di mister K hanno regalato quell’ “1” in schedina che fa ben sperare.

Tra infermeria e giustizia sportiva sono fuori Bergamaschi, Capitan Luttazi, e Ciavarella; ma il mister prova a conquistarsi i tre punti in palio.

Subito partita ad alti ritmi, infatti, dopo appena 10 giri di lancette è Onorati che prova da fuori area ma trova l’estremo difensore rosso-blu attento. Il Licenza sembra far suo il gioco e grazie alle giocate di simone candidi creano occasioni limpide che lo stesso esterno sbaglia davanti al portiere.

Gli intervenuti al comunale di Mandela non devono attendere molto per il gol del vantaggio biancoverde: è il 25’ e un missile parte dai piedi di Federico Onorati con destinazione sotto l’incrocio destro dei pali: colpo infallibile e 1-0 per sua maestà.

Continua a macinare km e superare gli ostacoli la formazione licentina, grazie anche al coraggio accumulato dopo il vantaggio; sono passati solo 5’ dal gol licentino e questa volta è Jacopo Rooney Romanzi a farsi respingere la sua conclusione dalla difesa roiatese sulla linea di porta.
Il Licenza continua a costruire azioni dai piedi di Candidi, Luttazi S. e Onorati ma sono gli ospiti a trovare il pareggio con un bel diagonale del numero 11 rossoblu.

Nella ripresa, Mister K dà fiducia a Simone Muzi che torna in campo in una gara ufficiale dopo 2 mesi di stop per suo cognato Maurizio Candidi; inoltre al 10’ il mister preferisce giocare la carta vincente Dante; dentro il bomber (estremamente teso per questione derby) e fuori Jacopo Romanzi.

Proprio il bomber in pieno clima derby 5’ dopo riesce a sbagliare il match-point dagli 11 procurandosi prima il rigore e poi facendoselo parare dall’ottimo portiere ospite.

E come si sa, le brutte notizie non arrivano mai da sole; infatti dopo il gol sbagliato arriva lo stop per Daniele Censi toccato duro alla caviglia, ne avrà per 10 giorni; sostituzione con Seidirai.

Sofferenza sugli spalti e nervosismo in campo; le dirette inseguitrici stanno vincendo sugli altri campi, ma alla fine è Stefano Luttazi che con la fascia di capitano “ereditata” da suo fratello sfrutta una punizione di simone Candidi e come si dice, toglie le castagne dal fuoco e regala i tre punti a sua maestà.

Dal comunale 2-1 per il Licenza su un ottimo Roiate.

 

ASD Licenza-Roiate Calcio si gioca a Mandela

Causa mega concertone rock con Rolling Stones, Pupo, Celentano e Gigi d’Alessio al Comunale di Licenza in programma per 12 ore consecutive ininterrotta di musica rock, la gara ASD Licenza-Roiate verrà disputata allo stadio “La Corona” di Mandela, domenica 04.03.2012 alle ore 11.00.
P.S. Logicamente il mega concertone rock non ci sarà ma il teatro dei sogni del Comunale non è in condizioni tali da poter giocare una gara di calcio, in quanto le nevicate abbondanti hanno causato un vero e proprio acquitrino e si necessita la rizzollatura del terreno di gioco. APPUNTAMENTO A MANDELA DOMENICA ALLE ORE 11.00

29 febbraio: un grande giorno per una grande persona

Come dimenticarsi del 29 febbraio…giorno che capita ogni 4 anni???!e come dimenticarsi di una persona come antonio ciavarella, il nostro grande tonino che oggi festeggia 52 anni, di cui moltissimi spesi per il calcio.
Al nostro grande tonino, sempre presente come preparatore portieri e dirigente accompagnatore vanno gli auguri da parte di tutta la dirigenza, lo staff e la squadra per questo magnifico traguardo che non potevamo dimenticare!!!!AUGURI GRANDE TONINO DA PARTE DI TUTTI NOI!!!!

Setteville Case Rosse-ASD Licenza 0-0

Andrea che non manca mai:

La 19ma giornata vede i biancoverdi scendere allo stadio Cardinale dell’acqua di Setteville per un testacoda molto insidioso, il mister decide di mandare in campo con il solito 4-4-2 Muzi G. in porta, linea difensiva composta da: sull’out di destra Testa F., Luttazi S. e Ciavarella coppia centrale e il rientrante Candidi S. sull’out di sinistra, centrocampo che prevede Censi interno di sinistra e Giori interno di destra, sulle fasce il giovane Laudoni sulla destra e Seidirai sulla sinistra, in avanti libero di svariare su tutto il fronte d’attacco capitan Luttazi con bomber Dante come terminale offensivo. L’avvio del match fa ben sperare i numerosi sostenitori biancoverdi giunti a Setteville, infatti proprio  Daniele dopo appena 12′ minuti sfiora il gol con una conclusione che termina di poco alta sopra la traversa. I ragazzi sembrano riuscire a controllare abbastanza agevolmente il gioco ma è il Setteville che si rende pericoloso due volte con il numero 11, una volta sbagliando il controllo davanti a Muzi, un’altra in contropiede con un pallonetto che termina di poco fuori. La banda Capparella sembra accusare il colpo, il mister decide di arretrare leggermente il baricentro chiedendo un maggiore sacrificio in copertura a Laudoni e Seidirai   lasciando così  il pallino del gioco in mano ai padroni di casa, così facendo però sfrutta la bravura dei ragazzi in contropiede, rendendosi pericoloso  una volta con Laudoni che lanciato a rete dal capitano viene fermato ingiustamente dall’inesperto arbitro per fuorigioco, così come lo stesso capitano imbeccato da Censi fermato per un offside inesistente. Nel corso del primo tempo ci sono altre due azioni da segnalare sempre dei biancoverdi una  sull’asse Luttazi-Laudoni, il capitano trova il corridoio giusto per la corrente Laudoni che di esterno destro manda fuori da pochi passi, l’altra invece se la costruisce tutta il Capitano che in un fazzoletto si sistema il pallone trova la coordinazione giusta e lascia partire un bolide che finisce di poco fuori lo specchio della porta. Il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo con i nostri ragazzi a comandare il gioco e il Setteville ripartire ottimamente in contropiede, fino alla mezz’ora non ci sono grandi pericoli da segnalare da parte dei due schieramenti quando ad un certo punto il match si accende e trovo annotate sul mio taccuino tre nitidissime pallegol non capitalizzate dagli avanti biancoverdi, la prima di Dante che solo davanti al portiere avversario si fa ipnotizzare non riuscendo a trovare il diagonale vincente, la seconda del Capitano che si trova sul piede preferito un cioccolatino invitante che non riesce però ad incrociare come di solito gli capita, la terza occasione capita sulla testa di capitan futuro (luttazi s. ndr) che in precario equilibrio colpisce la sfera indirizzandola tra le braccia del portiere. I ragazzi in quei cinque minuti sembrano aver prodotto il maggior sforzo psicofisico, iniziano ad innervosirsi per una vittoria che sembra sfumare, concedendo anche una clamorosa occasione al Setteville che con uno dei suoi uomini migliori, fortunatamente  fermato dall’arbitro per un fuorigioco inesistente, stava per beffare la difesa di Sua Maestà. Il finale di partita vede anche l’espulsione di Ciavarella e qualche ammonizione distribuita in modo gratuito dall’arbitro. Noi cerchiamo di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno…. anche perchè i risultati che arrivano dagli altri campi ci inducono a sperare ancora….IL SOGNO CONTINUA…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: